Avvocato incidenti e sinistri stradali Studio Legale Scarpellini

Studio Legale Scarpellini

Risarcimento danni e tutela legale per insidie stradali

Lo Studio legale Scarpellini presta assistenza a coloro che abbiano subito un danno derivante da insidia stradale 

Buca e dissesto stradale: risarcimento del danno

Tra le cause di incidenti stradali vi rientrano con elevata incidenza quelle determinate dai dissesti della pavimentazione quali buche, avvallamenti, dislivelli di tombini e ogni altra insidia non segnalata e non prevedibile, tale da rappresentare un pericolo occulto.

L’elemento della visibilità e inevitabilità rappresenta quindi la scriminante per l’ottenimento del risarcimento del danno che potrà essere riconosciuto soltanto nei casi in cui si riesca a dimostrare che l’incidente o infortunio si è verificato a causa di una condizione o circostanza non prevedibile e non visibile riconducibile ad un comportamento negligente del proprietario della strada.

 

L’insidia stradale, cos’è?

Accade spesso che un pedone camminando per strada possa incorrere in infortuni causati dalla presenza di buchedissesti della pavimentazione, avvallamenti, sporgenze non facilmente visibili.

Altrettanto insidiosa può essere la presenza di ghiaccio o di olio a causa dei quali viene provocato lo sbandamento di automobili o motocicli con conseguenze anche fatali.

A causa della presenza di tali condizioni la Pubblica Amministrazione è tenuta al risarcimento di tutti i danni riportati dal danneggiato, sempre che venga da quest’ultimo dimostrato che l’Ente non ha provveduto con una puntuale manutenzione a scongiurare il verificarsi di tali eventi.

Importante quindi per l’infortunato che intenda presentare richiesta di risarcimento, dimostrare la negligenza del proprietario della strada.

La scriminante per avere diritto al risarcimento del danno è infatti quella di dimostrare di aver tenuto un comportamento accorto, non distratto e diligente.

Deve insomma trattarsi di un pericolo occulto che non sia facilmente riconoscibile e prevedibile al punto da evitarne l’evento.

A chi richiedere il risarcimento del danno

Nel caso di incidenti causati da insidie stradali, l’infortunato dovrà indirizzare la sua richiesta risarcitoria all’Ente della pubblica amministrazione o società responsabile della manutenzione della strada.

Deve trattarsi di condizioni di pericolosità presenti da tempo e senza che siano rimosse dal proprietario/gestore della strada in tempi utili.

In sostanza, occorre verificare che i suddetti pericoli siano stati adeguatamente segnalati o addirittura delimitati per evitare di rappresentare per gli utenti della strada un serio ostacolo o intralcio.

Risarcimento del danno: requisiti

Nel caso di incidenti causati dalla presenza di insidia stradale, al fine di ottenere il risarcimento dei danni, l’infortunato deve dimostrare la presenza delle seguenti e fondamentali condizioni.

  • Comportamento prudente e diligente
  • Imprevedibilità della insidia
  • Non visibilità del pericolo
  • Inevitabilità dell’evento

Soddisfatta la presenza di tutti questi requisiti si potrà presentare domanda risarcitoria al proprietario o Ente della Pubblica amministrazione ritenuti custodi della strada e come tali onerati dall’obbligo di rimediare con tempestività  ad eventuali situazioni di pericolo, causati appunto da dissesti della pavimentazione o dalla presenza di ostacoli.

In conclusione, al fine di ottenere il risarcimento del danno occorre compiere una serie di indagini volte ad escludere in primis l’assenza di responsabilità in capo al danneggiato nella determinazione dell’evento, per poi indagare sulle circostanze della insidia e del luogo.

Bisogna in sostanza verificare che il pericolo non sia facilmente visibile per le sue dimensioni o estensioni.

Anche le condizioni temporali e di luogo saranno fondamentali per stabilire la responsabilità dell’incidente.

L’assenza di illuminazione o di segnalatori di pericoli, così come la presenza di nebbia, rappresentano tutte aggravanti di responsabilità in capo al soggetto che abbia ignorato tali condizioni senza adoperarsi per rimuovere l’insidia.

Hai riportato lesioni personali gravi o gravissime?
Parlarci del tuo caso. Ti ascoltiamo subito

Prenota una videochiamata gratuita di 30 minuti con l’avvocato Scarpellini

Compila il form e invia la richiesta. Verrai ricontattato al più presto per fissare la consulenza gratuita.

Tutte le informazioni che ci fornirai saranno trattate con la massima riservatezza e quanto più saranno dettagliare tanto più ci permetteranno di darti da subito una consulenza mirata ed efficace.

Fissa un appuntamento allo 02/40031477

Se preferisci puoi telefonare direttamente in Studio dalle 9.00 alle 13.00 o dalle 14.00 alle 18.00, per fissare un appuntamento con l'avvocato Scarpellini.