Avvocato incidenti e sinistri stradali Studio Legale Scarpellini

Studio Legale Scarpellini

Lesioni al midollo spinale da incidenti stradali e risarcimento danni

Le lesioni al midollo spinale da incidenti stradali sono eventi estremamente delicati in grado di provocare esiti permanenti e decessi tra le vittime della strada.

Se hai riportato lesioni al midollo spinale da incidenti stradali, rivolgiti allo Studio Legale Scarpellini. Stimeremo la percentuale di invalidità a cui hai diritto e ti assisteremo per garantirti un adeguato risarcimento.

Che cos’è midollo spinale e a cosa serve?

Il midollo spinale è una lunga e fragile struttura tubolare cilindrica. Nasce in corrispondenza del foro occipitale del cranio e termina mediamente a livello della seconda vertebra lombare. È contenuto, e dunque protetto, all’interno di un canale osseo costituito dalle vertebre che, impilate una sull’altra, danno origine alla colonna vertebrale.  La citata protezione del midollo spinale è necessaria e rilevante perché lo stesso mette in comunicazione il cervello con il resto del corpo.  Dal midollo spinale hanno origine 31 nervi spinali a destra e 31 nervi spinali a sinistra. Ognuno di essi è costituito da fibre motorie, sensoriali e del sistema simpatico.

  • Fibre motorie: trasmettono i segnali dal cervello ai muscoli affinché questi eseguano i movimenti decisi dal primo
  • Fibre sensoriali: trasmettono al cervello le diverse informazioni (sensazioni) che l’organismo riceve dall’ambiente, sensazioni rappresentate per esempio da dolore, tatto, freddo e caldo
  • Fibre del sistema simpatico: inviano segnali viscerali-vegetativi principalmente coinvolti nella regolazione delle funzionalità degli organi interni

 

I nervi escono dal canale osseo della colonna vertebrale attraverso forami inter-vertebrali presenti tra ogni vertebra e la successiva. Poiché il midollo spinale termina a livello della seconda vertebra lombare, i nervi spinali che originano nella parte inferiore del midollo decorrono distalmente nel canale vertebrale, formando la cauda equina, per poi uscire dai fori intervertebrali lombari e sacrali.

 

Le lesioni al midollo spinale da incidenti stradali

Circa il 60% delle lesioni al midollo spinale è riconducibile ad incidenti stradali come sinistri in automobile, moto o bicicletta ed investimenti di pedoni.

Nel corso di un incidente stradale, possono verificarsi traumi a vertebre, legamenti, dischi intervertebrali e tessuti circostanti. Se il trauma si propaga al canale vertebrale, il midollo spinale può riportare danni reversibili o irreversibili di vario grado. Questi derivano dalla compressione esercitata sul midollo spinale da:

  • vertebre dislocate o fratturate
  • dischi disallineati
  • ematomi e edemi sviluppatisi nell’area circostante

 

In seguito all’incidente stradale, possono insorgere commozione o contusione midollare. La prima, anche nota come shock spinale, si contraddistingue per un immediato difetto funzionale del midollo spinale potenzialmente recuperabile. La contusione midollare comporta, invece, un danno con morte cellulare dovuta ad alterazioni della circolazione sanguigna con ipoperfusione e/o emorragia e/o microtrombosi nel midollo spinale.

 

Tipologie e sintomi delle lesioni al midollo spinale da incidenti stradali

I sintomi delle lesioni al midollo spinale da incidenti stradali dipendono dalla funzione del segmento di midollo spinale coinvolto.

Lesioni del rachide cervicale

Le lesioni del tratto cervicale danneggiano il midollo spinale con gravi conseguenze sul piano sintomatologico e sulla gestione della quotidianità.

Le lesioni possono compromettere le vie nervose che controllano la respirazione anche con conseguente decesso. Poiché a livello cervicale del midollo transitano tutti i segnali afferenti a movimenti e sensazioni dell’intero organismo (testa esclusa), i traumi spinali possono causare paralisi ai quattro arti (tetraparesi). Possono inoltre presentarsi gravi difetti della percezione sensoriale e compromissioni della funzione di vescica ed intestino.

Lesioni del rachide toracico

Le lesioni del midollo spinale a livello toracico possono alterare la funzionalità dei muscoli del tronco. I traumi delle prime sei vertebre toraciche (T1 e T6) e dei relativi nervi possono compromettere la funzionalità dei muscoli intercostali con limitazioni della capacità ventilatoria e causare disturbi di sensibilità al torace.

Le lesioni delle ultime vertebre toraciche e relativi nervi (T9 e T12) possono pregiudicare la funzione dei muscoli addominali ed indurre disturbi della sensibilità della parete addominale.

Il paziente può sviluppare paralisi degli arti inferiori ed alterazioni della funzione vescicale ed intestinale.

Lesioni del rachide lombosacrale

Le lesioni in area lombosacrale possono causare la perdita del controllo motorio degli arti inferiori (paraparesi), dell’apparato uro-genitale e dell’ano. Può subentrare un’alterata sensibilità agli arti inferiori.

Le conseguenze delle lesioni al midollo spinale da incidenti stradali

Le lesioni al midollo spinale da incidenti stradali possono portare al decesso o allo sviluppo di disabilità permanenti.  Si possono identificare effetti immediati ed a lungo termine.

  • Conseguenze “immediate”: necessitano di frequente ricovero in “Trauma Center” o rianimazione anche per la gestione ed il monitoraggio delle funzioni vitali. In tali fasi, possono insorgere complicanze cardiocircolatorie, respiratorie e di tipo infettivologico come broncopolmoniti ed infezioni urinarie in pazienti cateterizzati ed allettati. Il soggetto può anche necessitare di un intervento neurochirurgico per decomprimere il midollo spinale. In condizioni stabilizzate si deve poi avviare un’impegnativa riabilitazione. Spesso coesiste la sindrome da allettamento. 
  • Conseguenze a lungo termine: comprendono riduzioni di vario grado delle autonomie motorie (paresi o paralisi), parestesie anche fastidiose e necessità di cateterismo vescicale. Le condizioni paretiche possono richiedere deambulazione assistita. In caso di allettamento protratto, spesso associato a relativa sindrome da allettamento, possono insorgere decubiti con formazione di ulcerazioni da pressione e rischio di infezioni respiratorie e/o urinarie favorite da cateterismo vescicale ripetuto o persistente.

 

Qual è la percentuale d’invalidità per le lesioni al midollo spinale da incidenti stradali

Stabilire la percentuale di invalidità per traumi al midollo spinale, è questione demandata al medico-legale che procederà quantificandola in punti percentuali in modo da consentire di ottenere il giusto risarcimento.

Compito della perizia medico-legale è quello di accertare anzitutto il nesso causale tra le lesioni riportate e l’evento scatenante per poi tradurre la gravità delle lesioni in un danno risarcibile.

Il medico-legale in questo approccio valutativo esaminerà tutta la documentazione clinica dell’infortunato, ivi incluse le terapie prescritte, il decorso clinico, le spese mediche sostenute, giungendo quindi a formulare una diagnosi di invalidità completa nella sua duplice forma di inabilità temporanea e di invalidità permanente. Intendendosi con la prima, lo stato di inabilità procurato dalla malattia fino alla sua guarigione e con la seconda la condizione di lesione irreversibile conseguente al trauma subito.

La redazione della perizia medico-legale rappresenta una fase delicata e determinante in quanto sancisce il valore dei danni riportati con cui formulare le richieste risarcitorie alla Compagnia di assicurazioni.

Sulla base della perizia così redatta infatti il liquidatore dell’assicurazione sarà in grado di quantificare i danni riportati – utilizzando apposite tabelle – e proporre un risarcimento per una composizione bonaria della vertenza. Risarcimento che considererà non solo il ristoro delle lesioni fisiche subite ma anche le spese mediche sostenute per la guarigione, i farmaci, le terapie riabilitative, il mancato guadagno ed ogni ulteriore componente che abbia comportato un aggravio sulle capacità lavorative del soggetto infortunato.

Se hai riportato lesioni al midollo spinale da incidenti stradali e desideri ottenere il giusto risarcimento, affidati a professionisti del settore che possono guidarti verso le scelte giuste come la richiesta, per esempio, di un consulto medico legale da affiancare a quello della compagnia assicurativa.

Contatta lo Studio Scarpellini sinonimo di professionalità e totale attenzione per il raggiungimento degli obbiettivi del proprio assistito sulla base dei diritti che lo stesso.

Hai riportato lesioni personali gravi o gravissime?
Parlarci del tuo caso. Ti ascoltiamo subito

Prenota una videochiamata gratuita di 30 minuti con l’avvocato Scarpellini

Compila il form e invia la richiesta. Verrai ricontattato al più presto per fissare la consulenza gratuita.

Tutte le informazioni che ci fornirai saranno trattate con la massima riservatezza e quanto più saranno dettagliare tanto più ci permetteranno di darti da subito una consulenza mirata ed efficace.

Fissa un appuntamento allo 02/40031477

Se preferisci puoi telefonare direttamente in Studio dalle 9.00 alle 13.00 o dalle 14.00 alle 18.00, per fissare un appuntamento con l'avvocato Scarpellini.