Studio Legale Scarpellini

Errori Medici in Chirurgia Estetica e Odontoiatrica: Cosa fare?

Ti sei sottoposto a un intervento di chirurgia estetica o odontoiatrica, ma non hai ottenuto il risultato sperato a causa di un errore medico?

Vivi un incubo e desideri sapere se puoi avanzare una richiesta di risarcimento danni per malasanità?

Contatta l’Avvocato Scarpellini specializzata in malpractice medica a Milano e richiedi una prima consulenza per illustrare il tuo caso. Ad attenderti troverai competenza, umanità e un team di professionisti esperti che ti accompagneranno, passo dopo passo, verso il riconoscimento dei tuoi diritti.

Saprai subito se l’azione legale è fattibile e come procedere per ottenere, nei tempi più brevi possibili, il risarcimento che ti spetta.

Danno Estetico e Responsabilità Medica: Cosa sapere?

Sempre più persone ricorrono alla chirurgia estetica per correggere difetti fisici o mettere la parola fine a tristi capitoli della vita che hanno lasciato cicatrici sul loro  corpo, per esempio, a seguito di incidenti stradali o gravi malattie come le neoplasie alla mammella con mastectomia.

Sfortunatamente, la chirurgia estetica non è scevra da errori medici e i pazienti possono riportare danni, anche importanti, con peggioramento o lesione dell’aspetto fisico, deterioramento dell’immagine di sé e conseguente lesione dell’integrità psicofisica.

Come nel caso di errori odontoiatrici, anche in chirurgia estetica occorre capire se vi sia un’obbligazione di mezzi o di risultato.  

In un primo tempo, la Cassazione si era pronunciata mettendo in chiaro che i professionisti, afferenti a quest’area medica, avessero l’obbligo di erogare una prestazione di risultato fondata sul presupposto che la chirurgia estetica non aveva alcuna finalità curativa, ma quella di garantire un miglioramento delle imperfezioni estetiche del paziente. Se quest’ultimo non avesse raggiunto il risultato atteso, si parlava di inadempimento.

Oggi la giurisprudenza guarda al lavoro dei chirurghi plastici sotto un altro punto di vista e lo specialista ha un’obbligazione di mezzi come qualsiasi altro medico.

Dunque, se il risultato che il paziente si aspettava non viene raggiunto, il chirurgo non è chiamato a rispondere per inadempimento. Tuttavia, egli è perseguibile nel caso in cui si ravvisi un danno per imperizia, negligenza o imprudenza o laddove non siano state rispettate le linee guida.

Ciò premesso, il chirurgo ha comunque l’obbligo di informare il paziente circa le reali probabilità di riuscita dell’intervento, le modalità con cui verrà eseguito, i rischi e le possibili conseguenze, dovere da considerarsi assolto con la sottoscrizione del consenso informato da parte del paziente.

Gestire i Danni da Chirurgia Estetica: Cosa Fare e Come Denunciare

Se hai riportato un presunto danno a seguito di un errore in chirurgia estetica e ravvisi anche un probabile peggioramento della tua salute, sappi che è tuo diritto avanzare una richiesta di risarcimento danni per malasanità.

Tuttavia, prima di adire vie legali, è sempre preferibile seguire i seguenti passi per cercare di risolvere la situazione in modo più bonario.

  • Prendi un appuntamento con il chirurgo estetico che ti ha operato: sottoponiti a una visita di controllo ed esponi le tue perplessità allo specialista. Potresti risolvere i tuoi problemi con lo stesso chirurgo che ha eseguito l’intervento.
  • Richiedi un intervento correttivo: se il tuo caso necessita di una seconda operazione atta correggere i risultati della prima, il chirurgo estetico dovrebbe essere in grado di prospettarti una soluzione e un piano per riparare il danno.
  • Prendi appuntamento con un altro specialista: se non sei soddisfatto dei risultati del lavoro svolto dal chirurgo estetico o credi che non sia in possesso delle competenze adeguate ad affrontare il tuo caso, consulta un secondo specialista in chirurgia estetica per avere un altro parere.

Detto ciò, sappi che è tuo pieno diritto rivolgerti a un legale esperto in diritto sanitario come l’Avvocato Scarpellini a Milano per avanzare una richiesta di risarcimento danni da malpractice medica.

Dopo una prima consulenza con analisi accurata dei fatti, verrai sottoposto a visita medico legale per accertare la sussistenza dei danni riportati e la loro riconducibilità all’operato del chirurgo.

In queste prime fasi, il ruolo ricoperto dal medico legale è cruciale e, per questa ragione, lo Studio Scarpellini si avvale solo ed esclusivamente della collaborazione di specialisti di comprovata preparazione ed esperienza.

Non esistendo parametri prefissati per la stima di un danno estetico, è difatti necessario quantificare l’entità dei pregiudizi in base alle caratteristiche del paziente e all’incidenza che lesioni possono avere nel modo in cui l’individuo si presenta all’esterno e a livello sociale, familiare e lavorativo.

Sempre in sede di perizia medico-legale, un altro delicato nodo da sciogliere riguarda  l’eventuale comparsa di difetti funzionali direttamente riconducibili ai danni fisici.

Desideravi correggere un difetto per migliorare il tuo aspetto fisico o cancellare i segni di un incidente o di una malattia dal tuo corpo, ma qualcosa è andato male?

Il tuo sogno è diventato un incubo da cui non riesci a svegliarti? Provi vergogna a mostrarti in pubblico? Il tuo stato di salute è peggiorato? Sei caduto nel vortice della depressione?

Non perdere altro tempo prezioso, contatta l’Avvocato Scarpellini esperta in responsabilità medica e fai valere i tuoi diritti

Assistenza Legale in Caso di Errori di Chirurgia Estetica e Odontoiatrica

Quando si parla di errori in chirurgia estetica, le conseguenze sul paziente possono essere molteplici. Si pensi, per esempio, alle ripercussioni di un peggioramento del proprio aspetto esteriore sull’attività lavorativa intesa come perdita di opportunità o di capacità professionale.

Per poter inoltrare una richiesta di risarcimento danni, è tuttavia essenziale stabilire se sia realmente possibile attribuire la responsabilità dei fatti al chirurgo o alla struttura ospedaliera e valutare il singolo caso in relazione alle caratteristiche fisiche del paziente (sesso, età e condizioni di salute antecedenti all’intervento).

Gli elementi che consentono di imputare la responsabilità medica al chirurgo sono tre.

  • Incompleta o mancata informazione che lo specialista, come qualsiasi altro medico, è tenuto a fornire al paziente.
  • Presenza di un aggravamento dell’inestetismo che si desiderava correggere in sede chirurgica, condizione da dimostrare e che prescinde dalla correttezza tecnica con cui l’operazione è stata eseguita.
  • Operatività della presunzione che il paziente non avrebbe fornito il proprio consenso informato se avesse ricevuto adeguata informazione dal chirurgo circa il possibile esito dell’operazione, le modalità dell’intervento, i rischi e le eventuali complicanze.

Ai fini risarcitori, bisogna infine soffermarsi sull’insoddisfazione manifestata da alcuni pazienti di fronte al risultato dell’intervento cui si sono sottoposti. Tuttavia, è doveroso ricordare la natura soggettiva del concetto di insoddisfazione la cui rilevanza giuridica è strettamente correlata all’informazione fornita dal chirurgo al paziente prima dell’operazione (sottoscrizione del consenso informato).

Percorsi Legali per Risarcimento in Chirurgia Estetica: Informazioni Essenziali

Se a seguito di un intervento di chirurgia estetica andato male non sei riuscito a pianificare un intervento correttivo con il chirurgo o non ti è stata offerta alcuna soluzione riparatoria, il consiglio è di rivolgerti a un avvocato esperto in diritto sanitario che possa darti un parere professionale sulla fattibilità di un’eventuale azione legale.

Il risarcimento danni per interventi di chirurgia estetica andati male non parte in modo automatico e non è neppure garantito dal mancato raggiungimento del risultato sperato dal paziente.

Bisogna dimostrare che il chirurgo estetico ha violato il dovere di cura dovuto al paziente, arrecato un danno allo stesso e che da questo ne sono scaturite conseguenze sul piano lavorativo, sociale e familiare senza contare i risvolti di natura prettamente economica.

Si deve, quindi, accertare la colpa del chirurgo che si presuppone abbia commesso un errore che va oltre il normale rischio dell’intervento ed è necessario documentare il danno e tutte le eventuali spese sostenute a seguito dell’operazione.

Infine, si potrebbe anche dover dimostrare che il medico ha omesso di fornire informazioni adeguate al paziente per consentire allo stesso di prendere una decisione informata sull’intervento.

Calcolo e Risarcimento dei Danni in Chirurgia Estetica: Guida Pratica

In caso di intervento di chirurgia estetica andato male, il chirurgo è chiamato al rimborso della somma corrisposta dal paziente per l’operazione, ma lo deve anche risarcire per i danni, patrimoniali e non patrimoniali, riportati a seguito dell’errore medico commesso.

La componente patrimoniale viene quantificata considerando le spese vive sostenute per sottoporsi all’intervento, ma anche i costi derivanti da un’eventuale terapia di supporto psicologico resasi, per esempio, necessaria a causa di uno stato depressivo post-intervento. Sotto forma di lucro cessante sono, inoltre, meritevoli di risarcimento i danni derivanti dai mancati guadagni che il paziente non ha potuto maturare e i profitti a cui lo stesso ha dovuto rinunciare a causa della riduzione della propria integrità psicofisica.

Per quanto riguarda il danno non patrimoniale, si può avanzare richiesta risarcitoria per lesione dell’integrità psicofisica. Inoltre, nell’ipotesi che il paziente debba sottoporsi a un secondo intervento volto a ridurre i danni derivanti dal primo, si può  inoltrare domanda di risarcimento per il nuovo possibile trauma psichico.

Picture of Avv. Roberta Scarpellini

Avv. Roberta Scarpellini

L'Avvocato Roberta Scarpellini è specializzata nella negoziazione stragiudiziale e giudiziale per garantire il giusto risarcimento alle vittime di incidenti stradali con lesioni gravi, gravissime e mortali. È anche Presidente dell'Associazione NEVRA, che si focalizza sul riconoscimento medico-legale del danno neuropatico. Lo studio legale Scarpellini offre assistenza completa, dalla valutazione dei danni alla trattativa per il risarcimento, assicurando un'approfondita tutela legale e giuridica per i suoi assistiti.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Altri articoli

Gli incidenti stradali mortali sul lavoro sono più frequenti di quanto si pensi. Lo confermano le statistiche elaborate annualmente dall’INAIL (Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro). Si tratta di sinistri che avvengono durante l’orario di lavoro, come nel caso di...

Gli errori in chirurgia plastica possono arrecare gravi danni ai pazienti e peggiorarne la qualità di vita. I casi più frequenti si verificano nel corso di interventi chirurgici di mastoplastica additiva e riduttiva, rinosettoplastica, addominoplastica e operazioni di plastica del...

Contattaci per una consulenza gratuita
Hai riportato lesioni personali gravi o gravissime?
Parlarci del tuo caso. Ti ascoltiamo subito

Compila il form e invia la richiesta. Verrai ricontattato al più presto.
Tutte le informazioni che ci fornirai saranno trattate con la massima riservatezza e quanto più saranno dettagliare tanto più ci permetteranno di darti da subito una consulenza mirata ed efficace.

Fissa un appuntamento telefonico: 02 40031477

Se preferisci chiama dalle 9.00 alle 13.00 o dalle 14.00 alle 18.00, per fissare un appuntamento telefonico.