Studio Legale Scarpellini

Il monopattino elettrico va assicurato obbligatoriamente?

Fino ad oggi, i monopattini elettrici di proprietà privata non sono stati soggetti all’obbligo di assicurazione, mentre quelli utilizzati nei servizi di sharing mobility (presenti in 16 città italiane) sono già coperti dall’assicurazione. La disciplina attuale sarà presto superata, poiché nel mese di agosto 2023, il Consiglio dei Ministri ha varato un Decreto Legislativo che introduce importanti modifiche al Codice della Strada e al Codice delle Assicurazioni Private, imponendo l‘obbligo di assicurazione per i monopattini e le bici elettriche.

Hai bisogno di consulenza?

Se hai subito micro o macro-lesioni, non esitare a contattare lo Studio Legale Scarpellini. Siamo pronti ad aiutarti per ottenere un adeguato risarcimento a seguito di un incidente in monopattino elettrico.

Quali sono le nuove regole per i monopattini?

Oltre a rendere obbligatoria l’assicurazione per responsabilità civile, le nuove regole prevedono l’obbligo del casco (anche per i maggiorenni) e della targa. I monopattini elettrici possono muoversi esclusivamente sulle strade urbane con limite di velocità non superiore ai 50 km/hResta fermo il limite di circolazione nelle strade extraurbane. Per i veicoli in sharing, sarà obbligatorio per l’operatore del servizio installare sistemi automatici che impediscano il loro funzionamento al di fuori delle zone della città in cui è consentita la circolazione.

Queste norme che, per entrare in vigore dovranno essere approvate dal Parlamento, si iscrivono nel processo di adeguamento alle normative europee. In particolare, hanno lo scopo di recepire la Direttiva UE 2021/2118 che amplia la definizione di veicolo, facendo rientrare in questa categoria anche i monopattini elettrici e le biciclette a pedalata assistita.

Sei stato vittima di un incidente stradale in monopattino?

Se sei rimasto coinvolto in un incidente con un monopattino elettrico e hai subito lesioni, contatta lo Studio Legale Scarpellini. Siamo in grado di assisterti nella richiesta di risarcimento. 

Che cosa è obbligatorio per l’utilizzo dei monopattini?

Con l’entrata in vigore della nuova normativa, sarà obbligatorio assicurare un veicolo, indipendentemente dal fatto che sia in circolazione o fermo. Sono previste deroghe a questo principio generale per tutti quei veicoli che non sono più adatti come mezzo di trasporto, devono essere demoliti, sono sotto fermo amministrativo, confiscati, sequestrati o sono stati volontariamente sospesi dalla circolazione. In questi casi si può sospendere l’assicurazione fino ad un massimo di nove mesi nell’arco dell’anno.

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che ha promosso il Decreto Legislativo, ha enfatizzato la necessità di garantire una maggiore trasparenza riguardo alle tariffe assicurative. A tale scopo, si è concentrato sul potenziamento del “preventivatore”, uno strumento accessibile attraverso i siti web del Ministero e dell’IVASS che consente ai singoli cittadini di confrontare facilmente i prezzi e le condizioni contrattuali offerti dalle diverse compagnie assicurative.

Da quando ci sarà l’obbligo di targa sul monopattino?

Il Decreto Legislativo varato dal Governo prevede anche l’obbligo di targa (adesiva, non plastificata e non removibile), freno su entrambe le ruote, luce di stop, frecce direzionali e segnalatore acustico.

Si stima che le sanzioni in caso di non adempimento dell’obbligo di assicurazione e della targa potranno comportare una multa da 100 a 400 euro, mentre la mancanza delle frecce o dei freni potrà costare ai trasgressori da 200 a 800 euro. Sanzioni sono previste anche per la guida contromano e per chi sosta sul marciapiede, tranne che nelle zone appositamente riservate.

Quante persone sono morte con il monopattino elettrico?

Nel 2021, in Italia, gli incidenti con monopattino elettrico sono stati 2.101 e hanno causato 9 vittime e 1.980 feriti. A questi bisogna aggiungere 1 morto e 127 feriti tra i pedoni colpiti nell’incidente. Dalle statistiche si evince che i conducenti sono prevalentemente uomini (88,1%), con un’età media di 30 anni. 

Per meglio comprendere le cause degli incidenti, possiamo riferirci ad un recente studio condotto dall’Istituto di Medicina Legale di Verona che ha analizzato i dati tossicologici degli incidenti in monopattino dal 2019 al primo quadrimestre del 2023. Dallo studio emerge che i conducenti di monopattino elettrico coinvolti in incidenti stradali risultavano positivi all’alcol (12%), alle sostanze stupefacenti (14%) o ad entrambi (3,6%), per un totale complessivo che sfiora il 30%.

Risarcimenti incidenti stradali in monopattino

Analogamente a quanto avviene per gli altri i veicoli, anche per i monopattini e le biciclette elettriche il costo del premio assicurativo sarà variabile e dipenderà dai rischi coperti dalla polizza. Questi rischi possono comprendere la responsabilità civile verso terzi, ma anche il furto, l’infortunio del conducente e le spese mediche.

Per quanto riguarda, inoltre, la copertura assicurativa si può optare per un’assicurazione dedicata ai mezzi di mobilità urbana o per un’estensione dell’assicurazione RC Capofamiglia. Da prime stime fatte sulle varie offerte presenti sul mercato, per i possessori di un monopattino elettrico si tratterà di spendere da 50 euro all’anno per un uso esclusivo fino a circa 80 euro in caso di più persone abilitate alla guida.

In caso di incidente in monopattino, è consigliabile consultare un avvocato esperto in materia di incidenti stradali che sappia guidarti.

Avv. Roberta Scarpellini

Avv. Roberta Scarpellini

L'Avvocato Roberta Scarpellini è specializzata nella negoziazione stragiudiziale e giudiziale per garantire il giusto risarcimento alle vittime di incidenti stradali con lesioni gravi, gravissime e mortali. È anche Presidente dell'Associazione NEVRA, che si focalizza sul riconoscimento medico-legale del danno neuropatico. Lo studio legale Scarpellini offre assistenza completa, dalla valutazione dei danni alla trattativa per il risarcimento, assicurando un'approfondita tutela legale e giuridica per i suoi assistiti.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Altri articoli

Forse non lo sai, ma non tutti gli avvocati possono tutelarti dopo un incidente stradale grave. Per essere sicuro di fare la scelta giusta, devi accertarti che il tuo legale abbia la competenza adatta al tuo caso. Innanzitutto, non affidarti...

Il decreto-legge Balduzzi n. 158 del 13 settembre 2012, meglio noto come legge Balduzzi, affronta tra i tanti temi quello della tutela medica e legale soffermandosi ampiamente sul concetto di responsabilità medica, penale e civile, rivisitato poi dalla successiva Legge ...

Contattaci per una consulenza gratuita
Hai riportato lesioni personali gravi o gravissime?
Parlarci del tuo caso. Ti ascoltiamo subito

Compila il form e invia la richiesta. Verrai ricontattato al più presto.
Tutte le informazioni che ci fornirai saranno trattate con la massima riservatezza e quanto più saranno dettagliare tanto più ci permetteranno di darti da subito una consulenza mirata ed efficace.

Fissa un appuntamento telefonico: 02 40031477

Se preferisci chiama dalle 9.00 alle 13.00 o dalle 14.00 alle 18.00, per fissare un appuntamento telefonico.