Studio Legale Scarpellini

Importanza del pronto soccorso dopo un incidente stradale per il risarcimento

Dopo un incidente stradale, soprattutto nei casi in cui si riportano lesioni non gravi, può succedere di omettere alcuni passaggi cruciali che possono poi influenzare il riconoscimento del diritto al risarcimento danni. Una delle omissioni più comuni è la mancata visita al pronto soccorso.

Si tratta di una negligenza che può avere conseguenze significative, sia perché non si prende con dovuta serietà il proprio stato di salute che potrebbe essere più compromesso di quanto sembri dopo l’incidente, sia perché non recandosi in ospedale, non si potrà inviare alla compagnia di assicurazione il verbale del pronto soccorso che è, invece, un documento essenziale per stabilire il nesso causale tra l’incidente e il danno fisico subito

Se dopo un incidente stradale, non sai cosa fare, ti consigliamo di affidarti a un avvocato esperto in sinistri stradali gravi o mortali che ti darà tutte le informazioni utili e sarà in grado di seguirti passo dopo passo fino all’ottenimento di quanto dovuto.

Sei vittima di un incidente stradale?  

Chiama subito lo studio legale Scarpellini.

Ti aiuteremo a compiere i passi necessari per ottenere il risarcimento a cui hai diritto.

Che cos’è il verbale del pronto soccorso?

Il verbale del pronto soccorso è un documento ufficiale e argomentato rilasciato da un medico, in grado di stabilire il collegamento tra il sinistro e il danno subito. 

Per comprendere come mai il verbale di pronto soccorso sia così determinante per la richiesta di risarcimento del danno subito, iniziamo con l’analizzare le sue parti principali.

Anamnesi

L’anamnesi rappresenta ciò che il paziente comunica al medico al momento dell’arrivo in pronto soccorso e include le circostanze dell’incidente, i sintomi avvertiti, le eventuali patologie preesistenti, i farmaci in uso e altre informazioni rilevanti. Attraverso questa raccolta di informazioni e l’esame fisico obiettivo, il medico può effettuare una diagnosi accurata.

Diagnosi

Nella diagnosi il medico identifica in modo chiaro la natura della lesione, la sua localizzazione e dichiara la gravità del danno subito dalla vittima dell’incidente stradale. 

Prognosi

La prognosi è, infine, una stima sul possibile sviluppo futuro delle lesioni riportate dal paziente, a partire dalle informazioni raccolte durante le prime fasi della visita (anamnesi, esame obiettivo e diagnosi) e sulle terapie raccomandate per trattare la specifica lesione. La prognosi è di fondamentale importanza in quanto aiuta a delineare le aspettative di recupero del paziente e a pianificare il percorso terapeutico, suggerendo eventuali esami strumentali o visite specialistiche. Inoltre, essa svolge un ruolo fondamentale in ambito legale, in quanto può influire sull’ammontare della richiesta di risarcimento.

Perché andare al pronto soccorso dopo un incidente stradale grave?

Abbiamo visto come, dopo un incidente stradale, sia di estrema importanza recarsi presso il pronto soccorso. Per farlo, non c’è un termine perentorio, ma sarebbe meglio sottoporsi a una visita medica entro 24/48 ore dal momento dell’incidente.

Le ragioni di questa tempestività sono essenzialmente due: in primo luogo, è fondamentale per la salute della vittima, in quanto consente di iniziare il prima possibile la cura, aumentando in questo modo le possibilità di un recupero fisico ottimale. In secondo luogo, è direttamente correlata al risarcimento dei danni, poiché un medico che visita tempestivamente il paziente è in grado di stabilire in modo più efficace il legame causale tra l’incidente e le lesioni, fornendo così alla vittima un solido supporto per far valere i propri diritti.

L’invio del verbale di pronto soccorso all’assicurazione renderà, infatti, più difficili le eventuali contestazioni da parte di quest’ultima.

Verbale del pronto soccorso per ottenere il risarcimento danni

Diventa così estremamente chiaro come la mancata visita al pronto soccorso dopo un incidente stradale possa influire negativamente sulla richiesta di risarcimento.

Se in teoria, il danneggiato ha il diritto di richiedere il risarcimento, a prescindere dall’esistenza del verbale di pronto soccorso, specialmente se le lesioni sono evidenti, la mancanza del verbale e dell’attestazione da parte di un medico del collegamento tra sinistro e danno subito, può rendere la trattativa con l’assicurazione molto più complessa.

Quindi, è sempre meglio non omettere questo passaggio che consente di produrre una prova fondamentale per ottenere soddisfazione.

In definitiva, se vuoi essere sicuro di non commettere errori, rivolgiti a uno studio legale con un’esperienza certificata nella gestione di pratiche risarcitorie, in grado di tutelare il proprio assistito di fronte alla compagnia di assicurazione.

Richiesta del verbale all’Organo di Polizia intervenuto

Oltre al verbale del pronto soccorso, un altro documento che ti sarà utile dopo l’incidente stradale è il verbale che le forze di polizia compilano dopo essere intervenute sul luogo del sinistro.

La richiesta della copia del verbale può essere effettuata dalle parti coinvolte e dai soggetti a cui queste hanno dato delega, come è il caso dei propri avvocati.

Le tempistiche per ottenere il verbale possono variare e dipendono dalla presenza o meno di feriti nell’incidente. Se le persone coinvolte nel sinistro hanno riportato lesioni personali, il rilascio del verbale può richiedere anche 60/90 giorni.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario il nulla osta da parte della Procura della Repubblica competente. Ciò avviene, ad esempio, quando uno dei conducenti guidava sotto effetto di alcol o droghe o sono state riportate lesioni con una prognosi superiore a 40 giorni. Il nulla osta può essere richiesto dopo 90 giorni dalla data del sinistro.

Dopo un incidente stradale meglio rivolgersi a un legale esperto

In situazioni come queste, per evitare comportamenti che possono rivelarsi deleteri per l’ottenimento del risarcimento, è opportuno rivolgersi a professionisti specializzati nell’ambito dell’infortunistica stradale.

Lo studio legale Scarpellini ha una lunga esperienza in questo campo e può aiutarti a documentare in modo completo la gravità dei danni subiti e a presentare una richiesta di risarcimento adeguata.

Potrai contare su una squadra di esperti che ti seguono nella trattativa con l’assicurazione per ottenere il compenso dovuto e, nel caso in cui non fossi soddisfatto, ti assistono anche in giudizio.

Avv. Roberta Scarpellini

Avv. Roberta Scarpellini

L'Avvocato Roberta Scarpellini è specializzata nella negoziazione stragiudiziale e giudiziale per garantire il giusto risarcimento alle vittime di incidenti stradali con lesioni gravi, gravissime e mortali. È anche Presidente dell'Associazione NEVRA, che si focalizza sul riconoscimento medico-legale del danno neuropatico. Lo studio legale Scarpellini offre assistenza completa, dalla valutazione dei danni alla trattativa per il risarcimento, assicurando un'approfondita tutela legale e giuridica per i suoi assistiti.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Altri articoli

Forse non lo sai, ma non tutti gli avvocati possono tutelarti dopo un incidente stradale grave. Per essere sicuro di fare la scelta giusta, devi accertarti che il tuo legale abbia la competenza adatta al tuo caso. Innanzitutto, non affidarti...

Il decreto-legge Balduzzi n. 158 del 13 settembre 2012, meglio noto come legge Balduzzi, affronta tra i tanti temi quello della tutela medica e legale soffermandosi ampiamente sul concetto di responsabilità medica, penale e civile, rivisitato poi dalla successiva Legge ...

Contattaci per una consulenza gratuita
Hai riportato lesioni personali gravi o gravissime?
Parlarci del tuo caso. Ti ascoltiamo subito

Compila il form e invia la richiesta. Verrai ricontattato al più presto.
Tutte le informazioni che ci fornirai saranno trattate con la massima riservatezza e quanto più saranno dettagliare tanto più ci permetteranno di darti da subito una consulenza mirata ed efficace.

Fissa un appuntamento telefonico: 02 40031477

Se preferisci chiama dalle 9.00 alle 13.00 o dalle 14.00 alle 18.00, per fissare un appuntamento telefonico.